primum non nocere
Sono stati i quattro giorni più brutti della mia vita e non ci voglio più pensare. Domani è il mio compleanno e giovedì prossimo, a quest’ora, starò per le vie di Parigi con Riccardo e tutto sarà bello e indimenticabile come l’abbiamo sognato per più di duecento giorni. Tutto qui.

Sono stati i quattro giorni più brutti della mia vita e non ci voglio più pensare. Domani è il mio compleanno e giovedì prossimo, a quest’ora, starò per le vie di Parigi con Riccardo e tutto sarà bello e indimenticabile come l’abbiamo sognato per più di duecento giorni. Tutto qui.


"E alla fine, siamo solo umani, ubriachi dell’idea che l’amore, solo l’amore, possa guarire il nostro tormento".- Francis Scott Fitzgerald.

In less than ten days I’ll be in Paris and all I want is to feel free, proud and easily happy because I fuckin’ deserve it.

E se la gente guarda male, amore a noi cosa importa?
Quando il sabato io ti riaccompagno alla tua porta
E i tuoi abbracci molto brilli e
un poco troppo

Solidali

(Fonte: oldscreen, via pensiericomesanguisughe)

La tequila è la migliore amica delle notti che vuoi trascorrere insonne (o quasi) o almeno così poco sbronza da capire tutto e farsi troppi problemi. O almeno cominciare ad affrontarli. 
Per il resto, Panorama magico come sempre!

La tequila è la migliore amica delle notti che vuoi trascorrere insonne (o quasi) o almeno così poco sbronza da capire tutto e farsi troppi problemi. O almeno cominciare ad affrontarli. 

Per il resto, Panorama magico come sempre!

Anonimo ha chiesto: Chebbella che sei

Graaaaaazie

Ieri c’è stata la festa di Manu (una bellissima ragazza) ed era una festa a bordo/in piscina, nel senso che dopo aver mangiato quello che c’era da mangiare, ci siamo messi su i costumi da bagno e, da fighettini e fighettine in camicia e tacchi, siamo diventati bagnanti dell’una di notte. Il primo bagno di quest’estate si è svolto non sotto il sole ma sotto la luna ed ero così felice ma così felice che non me ne è minimamente importato del mio corpo, dei nei, del trucco che si scioglieva e di tutto quello che sono e che vorrei essere. Sono rimasta sveglia fino alle quattro del mattino, insonne, e mi sono dovuta svegliare alle otto perché sono andata al Magic con Armando, Arianna e Livia e ci siamo stati fino all’orario di chiusura. Mi sono arrostita come un gambero (ricordare a mamma che quella protezione 50 fa cagare), sono passata dal fioraio a prendere i fiori per la festa di stasera di Nathalie (il fioraio somiglia a Walter White sia fisicamente che nei modi di fare) e mi sono fatta una doccia, shampoo, piega ai capelli, prova vestiti, prova vestito definitivo con tacchi e trucco. Poi mi sono svestita per ripulire due bagni e la borsa di stamattina e adesso sono in queste condizioni davanti al pc.
Stanotte vado a ballare al Panorama (E V V A I) con Livia e Martina (siamo il trio delle meraviglie ormai) e con Franci, Andrea e forse altri ma non so quindi boh. Sì, sono tutta una felicità e un’euforia assurda, con sole quattro (stentate) ore di sonno e quattro sigarette e stanotte farò le quattro di nuovo. Questa è estate.
(Questa invece sono io felice perché ho le guance rosse rosse)